Consiglio di classe

Classe

Giulio GuidorizziEnea, lo straniero

ISISS “F. Da Collo” – Conegliano
Classe: III AT

Enea, un giovane uomo sopravvissuto alla devastazione della sua città, parte in compagnia di suo padre e suo figlio con un compito importante: trovare una nuova patria. Aiutato dalla piccola parte di un popolo che prima era quello troiano, viaggia per anni alla ricerca della terra su cui stabilirsi. Affrontando ostacoli e sfide, Enea impara a superare le difficoltà della sua vita.

Scopri di più

Classe

Buon compleanno Struzzo!

In occasione del sesto compleanno dello Struzzo a scuola abbiamo chiesto ad acluni studenti cosa significhi per loro leggere un libro in classe e incontrarne l’autore. Ecco le loro impressioni.

Liceo Avogadro, Roma
Docente: Nicoletta Galdiero

Lo Struzzo a scuola ci fa vedere il libro nella sua interezza e pienezza: leggerlo ci dà una visione personale della storia e del contesto da cui origina, confrontarsi con l’autore/autrice ci dà la visione reale. Lo Struzzo rende possibile leggere oltre le lettere scritte, andare al di là, confrontare la doppia visione, la realtà con l’immaginazione.

Leonardo, III D

Scopri di più

Classe

Stefano De Bellis, Edgardo FiorilloIl diritto dei lupi

Liceo scientifico Leonardo da Vinci, Salerno
Docente: Daniela Giacomarro
Classe: V B

Avvincente e intrigante, ricco di intrecci e colpi di scena, il romanzo Il diritto dei lupi, nato dalla penna di un consulente informatico amministrativo, Stefano De Bellis, e di un biologo e divulgatore scientifico, Edgardo Fiorillo, è destinato a coinvolgere ancora migliaia di lettori e a trascinarli in una storia solo all’apparenza lunga per la mole di pagine, ma dalla lettura rapida al punto che, arrivati alla fine, sembra averla appena iniziata.

Scopri di più

Classe

FilelfoL’assemblea degli animali

Liceo Ariosto, Ferrara
Docente: Gabriella Rocca
Classe: III Y

Elaborati di scrittura creativa a partire dalla lettura de L’assemblea degli animali di Filelfo.

1. Gli uomini

Da sempre gli uomini sono stati abili cacciatori: fin dall’antichità bastoni, lance con la punta di pietra e sassi erano usati per catturare le prede piú piccole, mentre quelle piú grandi, come orsi o mammut, venivano cacciate in gruppo poiché, si sa, l’unione fa la forza. A quel tempo cacciare era sinonimo di sopravvivenza. Certo, gli animali sono sempre stati le vittime. E ora?

Scopri di più

Classe

Paolo GiordanoNel contagio

ISS Cerletti, Conegliano (TV)
Classe: V AGF

Come hanno vissuto i ragazzi la pandemia da Covid-19? Ce lo raccontano in occasione dell’incontro con Paolo Giordano avvenuto dopo la lettura del saggio Nel contagio.

Quando a febbraio è arrivata la notizia di un nuovo virus che si era propagato in Cina ma che si stava velocemente diffondendo anche altrove, mi era passata per la testa l’idea che potesse seguire il modello di sviluppo delle piú grandi pandemie della storia. Man mano che il virus dilagava e la situazione si aggravava, questa idea diventava sempre piú realistica, in particolare con la conferma dei primi contagi in Italia.

Scopri di più

Classe

Giorgio SciannaCose piú grandi di noi

Liceo Fermi, Minervino Murge (BT)
Docente: Maria Franca Tricarico
Classe: IV B scienze umane

Finale alternativo del romanzo di Giorgio Scianna, Cose piú grandi di noi

Marghe uscí dalla metropolitana per prendere aria; aveva bisogno di pensare, non sapeva che fare né dove andare. Sentí le prime gocce caderle sul volto ma rimase lí immobile, poi la pioggia aumentò e si accorse di essere bagnata fradicia. Il parco era vuoto, non c’era anima viva, di certo non poteva rimanere sotto l’impalcatura del faro che non la riparava dalle folate di pioggia che arrivavano a raffiche contro di lei. In lontananza vide una cabina telefonica, corse veloce sotto il diluvio e si chiuse dentro.

Scopri di più

Classe

Chiara ValerioLa matematica è politica

Liceo scientifico Grigoletti, Pordenone
Docente: Alessandra Pavan
Classe: IV ESCA

«Democrazia e matematica, da un punto di vista politico, si somigliano: come tutti i processi creativi non sopportano di cambiare mai», questa è la citazione principale che ci presenta il libro La matematica è politica di Chiara Valerio. Democrazia e matematica, che ci appaiono molto diverse fra loro, presentano delle somiglianze. La scrittrice ce le spiega nel suo saggio.

Scopri di più

Classe

Mariolina VeneziaCome piante tra i sassi

IIS Majorana, Torino
Docente: Claudia Leoni
Classe: III C

Ripensando all’incontro con Mariolina Venezia, racconta cosa ti ha colpito di piú e perché?

Ciò che mi ha colpita di piú è stato il modo in cui Mariolina Venezia si è avvicinata alla scrittura. Molto spesso si sentono storie di persone «nate con una vocazione per», ma capita raramente di pensare al ruolo della famiglia nella formazione di una persona di successo. Invece in questo incontro ho avuto modo di ascoltare un racconto molto tenero e realistico. Affascinata dalle storie della nonna e invogliata a conoscerne sempre di piú, Mariolina Venezia ha imparato a leggere e scrivere a soli 4 anni, e da lí i libri sono sempre stati dei compagni importanti nella sua vita. Mi sento molto toccata da questa storia perché mi ci rivedo.

Scopri di più