Archivio Autori: eitascabili2

978880624918HIG

Michela MurgiaStai zitta

Se si è donna, in Italia si muore anche di linguaggio. È una morte civile, ma non per questo fa meno male. È con le parole che ci fanno sparire dai luoghi pubblici, dalle professioni, dai dibattiti e dalle notizie, ma di parole ingiuste si muore anche nella vita quotidiana, dove il pregiudizio che passa per il linguaggio uccide la nostra possibilità di essere pienamente noi stesse. Per ogni dislivello di diritti che le donne subiscono a causa del maschilismo esiste un impianto verbale che lo sostiene e lo giustifica.

Scopri di più

Percorsi

Sara LoffrediL’anima delle città

Come l’uomo plasma la sua casa nel corso di una vita, cosí generazioni di uomini modificano le città nei secoli, rendendo visibile il rapporto tra il luogo e chi lo abita. Se persone diverse costruiscono rapporti diversi con sé stessi e i loro simili, lo faranno anche con lo spazio che occupano, ed è per questo che luoghi costruiti con i medesimi elementi – abitazioni, negozi, strade, portici, alberi, a volte un fiume – risultano cosí distanti tra loro.

Scopri di più

978880618790HIG

Dante AlighieriCommedia

«La Comedia, “poema sacro / al quale ha posto mano e cielo e terra” (Par. XXV, 1-2), il grande viaggio di Dante e dell’umanità dallo smarrimento alla luce, ha parlato per secoli, e ancora continua a farlo, dell’animo umano e dei suoi profondi misteri. Le sue traduzioni in tutte le lingue del mondo e in moltissimi dialetti, la collocazione, ribadita da molti critici, di Dante e Shakespeare alla base del canone della letteratura occidentale attestano il suo straordinario successo. Ogni grande opera comunica al di là del suo tempo e ognuna per le sue peculiarità» (Roberto Mercuri).

Scopri di più

Insegnante

Chiara ValerioLa matematica è politica

Irene Martino, Gioia del Colle (BA)

L’ultimo saggio di Chiara Valerio, La matematica è politica – una sorta di pamphlet polemico – pone sul tappeto questioni di primaria importanza, attraverso l’efficacia della leggerezza e la godibilità di una scrittura che riesce a essere molto accattivante e coinvolgente, pur nella forma argomentativa. Leggerezza e provocazione. Leggerezza e profondità. Leggerezza e ironia. Queste, a mio parere, le cifre costitutive di un testo che analizza modi di essere e posture mentali che dilagano nel nostro tempo e nei cui confronti il libro della Valerio ci richiama a riflessioni molto audaci, quanto necessarie.

Scopri di più

978880624707HIG

Martina MerlettiCiò che nel silenzio non tace

Puoi fuggire alla Storia quando ti accorgi di farne parte?

Agosto 1944. Una suora ribelle e coraggiosa sottrae un neonato da una cella del carcere Le Nuove di Torino facendolo scivolare nel carrello della biancheria: è il figlio di una deportata, destinato a morte certa. Si sa, la lavanderia non è affare dei tedeschi, e il piú delle volte i carrelli entrano ed escono dalle mura senza essere frugati. Ora il bambino dorme tranquillo, ma qualcuno dovrà prendersi cura di lui.

Scopri di più

Chiedi

J. D. SalingerIl giovane Holden

IISS Paciolo-D’Annunzio, Fidenza
Classi: I A, IB, IIA, II B linguistico
Docente: Marilisa Antifora

Intervista degli studenti al traduttore Matteo Colombo

Quanto tempo ha impiegato per tradurre Il giovane Holden?

Ho avuto due anni per lavorare a questo libro. Sono tempi veramente insoliti per l’editoria, ma siccome non c’era una particolare urgenza e volevamo tutti fare un buon lavoro e curare questo libro che è simbolico del catalogo Einaudi, abbiamo deciso di fare le cose con calma. Questo mi ha dato modo di lavorarci tanto, e il tempo è una delle cose che in traduzione servono di piú: puoi lasciar riposare il lavoro che hai fatto, te ne allontani un po’ per essere meno coinvolto e ti riavvicini poi come se non fosse tuo, come se anche tu leggessi quelle pagine per la prima volta.

Scopri di più

978880624961HIG

Elio Germano, Chiara LaganiLa mia battaglia

Una feroce e allucinata narrazione che scuote le coscienze e lancia un segnale d’allarme: chi di noi può dirsi libero di pensare con la propria testa?

Un attore, forse un comico, durante uno spettacolo di intrattenimento entra in scena dal fondo della platea e con un sorriso complice coinvolge tutti i presenti in quella che pare una riflessione sulle questioni che affliggono la società civile. Piano piano tra appelli alla necessità di resuscitare una società agonizzante, slogan politici sul senso di comunità e sulla meritocrazia, proclami sulla patria e sulla sicurezza, quell’uomo, in un crescendo di autocompiacimento, porterà l’uditorio a una sorprendente conseguenza finale, mostrando come la seduzione autoritaria nasconda un raffinato congegno ideologico, uno strumento persuasivo vorace di consenso, che inganna la logica, manipolandola.

Scopri di più

978880623543HIG

Nicola LagioiaRiportando tutto a casa

La città è Bari. Il momento, gli anni Ottanta. Il denaro corre veloce per le vene del Paese. I tre adolescenti che si aggirano per le strade di questo libro hanno in corpo una sana rabbia, avvelenata dal benessere e dalla nuova smania dei padri. Si azzuffano e si attraggono come gatti selvatici, facendo di ogni cosa – la musica, le ragazze, le giornate – un contorto esercizio di combattimento.

Scopri di più

Percorsi

Paolo MalagutiIn fuga verso l’avventura

Ogni volta che mi capita di chiacchierare con qualcuno di libri, avverto una lieve sensazione di disorientamento. Questo capita perché, anche se sto parlando di un romanzo letto e riletto, scopro sempre, grazie ai miei interlocutori, particolari a cui non avevo posto attenzione, chiavi interpretative che avevo trascurato, scorci su personaggi che credevo di conoscere già a fondo. Il disorientamento, va da sé, aumenta quando mi ritrovo a dialogare di percorsi di lettura, di generi letterari, insomma non piú di singole opere, ma di intere famiglie di libri: per quanto possa credermi esperto di questo o quel settore, ogni volta mi rendo conto di aver commesso l’errore di reputare completo, o almeno sufficiente, un percorso di lettura che, a conti fatti, risulta essere solo uno tra i tanti possibili.

Scopri di più

978880624770HIG

Chimamanda Ngozi AdichieDovremmo essere tutti femministi

Un manifesto semplice e potente. Una nuova edizione, illustrata magistralmente da Bianca Bagnarelli, pensata per diffondere il messaggio femminista tra le generazioni piú giovani. Perché se è arrivato il momento di progettare un mondo diverso, piú giusto, un mondo di uomini e donne piú fedeli a se stessi, ecco da dove cominciare: dobbiamo cambiare quello che insegniamo alle nostre figlie. E dobbiamo cambiare anche quello che insegniamo ai nostri figli.

Scopri di più