Marcello FoisPietro e Paolo

16+

Sotto il cielo «rigido e impassibile» di gennaio, Pietro e Paolo, ormai uomini, si stanno per incontrare dopo tanto tempo. Lo sanno entrambi, sarà l’ultima volta. Prima erano inseparabili: Pietro figlio dei servi, Paolo dei padroni, un’adolescenza trascorsa in comunione con la natura, nel cuore vivo di una Sardegna selvaggia. I giochi, le parole pronunciate per conoscersi o per ferire, poi Lucia, «una giovane acacia selvatica».

Quando Paolo viene chiamato alle armi, per una promessa che assomiglia a un patto di sangue si arruola anche Pietro, da volontario. Il suo compito è guardare a vista l’amico fragile, sorvegliarlo, proteggerlo. «Non lasciarmi» chiede Paolo, e Pietro forse lo tradirà o forse rispetterà la promessa, ma da quei giorni di bombe e combattimenti le loro vite, e quelle delle loro famiglie in Sardegna, cambieranno per sempre.

Leggi un estratto.

 «Marcello Fois, raccontando con il nuovo romanzo due “ragazzi del ’99”, trova il tono, il respiro del classico» (Paolo Di Paolo, «La Stampa»).

«Un romanzo commovente e feroce dedicato all’amicizia e alla fine dell’adolescenza, sullo sfondo sanguinante della Grande Guerra» (Filippo La Porta, «Robinson – la Repubblica»).

«Una scrittura nitida e controllata e una struttura assai ben giostrata nelle cadenze e passaggi» (Ermanno Paccagnini, «la Lettura – Corriere della Sera»).

«Un romanzo breve dove tutto sembra preludere a una vicenda dimenticata di tradimenti e rancori» (Gennaro Serio, «il Venerdí – la Repubblica»).

«Una narrazione a tratti fortemente lirica, a tratti scabra tanto quanto la guerra e le sue atroci conseguenze» (Gloria Ghioni, «Il Libraio»).

Pietro e Paolo è stato libro del giorno di Fahrenheit:

Schermata 2019-09-24 alle 15.44.59

Marcello Fois racconta il romanzo su TGCOM24: