Archivio Autori: Emilia Donatelli

978880623607GRA

Gianrico CarofiglioLe tre del mattino

Un padre, un figlio e un rapporto difficile. E all’improvviso, l’incontro che li cambierà per sempre.

Antonio ha diciassette anni e soffre di una particolare forma di epilessia che lo fa sentire emarginato dai compagni, diverso, invalido. Eppure, seguendo la terapia di un famoso luminare che opera a Marsiglia, le sue condizioni sembrano migliorare. C’è solo un’ultima prova per debellare ufficialmente la malattia: vincere il sonno per due notti intere.

Scopri di più

Classe

Chiara FrugoniVita di un uomo: Francesco d’Assisi

Liceo scientifico Orsini, Ascoli Piceno
Classi: III A e IV A

Vita di un uomo di Chiara Frugoni offre una narrazione snella della vita di San Francesco, non con l’intenzione di riportare la «favola» del mito del Santo. Suo scopo, infatti, è quello di narrare fatti reali e non idealizzati: l’autrice, con uno stile lineare e chiaro, e un abile uso delle fonti, alla portata di ogni lettore, riesce a far rivivere in modo straordinario un uomo semplice e affascinante, che si è fatto carico delle ingiustizie della società con un’apertura mentale e uno spessore fuori dall’ordinario.

Scopri di più

978880623609GRA

Élise ThiébautQuesto è il mio sangue

Perché ancora oggi le mestruazioni sono un argomento di cui ci si vergogna, che discrimina le donne? Perché per definirle usiamo perifrasi come «Ho le mie cose», «Sono indisposta», «Ho il ciclo»? Perché ci imbarazza cosí tanto il modo in cui funzionano i nostri corpi? E se fossero gli uomini ad averle?

Un saggio brillante, ironico, provocatorio che affronta un tabú millenario. E che dovrebbe essere letto in classe, per permettere ai ragazzi di accedere a una nuova consapevolezza di sé e dell’altro.

Scopri di più

Classe

Valeria ParrellaLo spazio bianco

Liceo delle scienze umane Pascoli, Bolzano
Classe: IV C
Docente: Giovanni Accardo

Il romanzo Lo spazio bianco di Valeria Parrella parla del tempo che intercorre tra il parto prematuro di Maria e il giorno nel quale lei potrà sapere con certezza se la figlia sopravviverà. Nel corso della vicenda Maria si confronta con gli allievi della scuola serale dove insegna e ripercorre mentalmente alcuni episodi della sua infanzia, andando per diverse ore al giorno all’ospedale per vedere sua figlia Irene. Insieme a lei, nel reparto di neonatologia, ci sono altre madri che vivono la stessa situazione e insieme a loro affronta questi mesi difficili, giorno per giorno.

Scopri di più

978880622987GRA

Marco AimeUna bella differenza

«Zio, però non ci hai spiegato una cosa: se una volta eravamo tutti delle scimmie, allora eravamo tutti uguali. Come mai adesso siamo diversi, per esempio, c’è chi ha la pelle nera, chi ha gli occhi a mandorla, chi è piccolo piccolo, chi è altissimo…?»

In un mondo cosí complesso e multiculturale, in cui l’emergere di odio razziale e fondamentalismi sembra essere un problema sempre piú urgente, l’antropologo Marco Aime spiega alle nipotine Chiara ed Elena la bellezza della diversità

Scopri di più

Chiedi

Chiara ValerioStoria umana della matematica

Liceo Majorana, Torino
Classe: IV B
Docente: Claudia Leoni

A quale matematico, tra quelli descritti, è piú legata? Quale l’ha affascinata di piú?

Credo Wiener. Alla fine Norbert Wiener perché è stato un uomo curioso e capace. Perché ha cercato di avere una vita normale. Perché ha sempre ripudiato la guerra. E perché ha dimostrato che la conoscenza non è un superpotere; alla conoscenza, studiando, tutti possono accedere. Mi piace Wiener perché ha fatto «tana libera tutti».

Scopri di più

978880621804GRA

Philip RothNemesi

«Per un po’ non volevo neanche piú andare a scuola… non volevo dovermi ricordare ogni giorno che aspetto avevano quelli della mia età, e quante cose potevano fare. Quel che volevo era la cosa piú minuscola del mondo: essere come tutti gli altri».

Estate 1944. Mentre nel mondo imperversano i combattimenti della Seconda guerra mondiale, nella cittadina di Newark, New Jersey, si combatte una battaglia non meno spaventosa: un’epidemia di poliomielite sta minacciando i piú piccoli.

Scopri di più

Classe

Andrea BajaniUn bene al mondo

Liceo classico La Farina (Messina)
Docente: Antonella Lo Castro

Senza dubbio sarebbe stato molto piú difficile scrivere una recensione di Un bene al mondo se non avessi assistito alla presentazione del libro. Andrea Bajani si è raccontato senza riserve, spiegando, tra le altre cose, la genesi di questo suo romanzo. Durante un periodo in cui faceva i conti con la pagina bianca o quella scritta ma appallottolata in fondo a un cestino, ha composto 54 poesie e le ha mandate al suo editore, allegandole a una e-mail piena di scuse, che terminava con questa frase: «Spero che adesso il mio dolore alzi il culo dalla sedia».

Scopri di più

978880623660GRA

Charles DickensDavid Copperfield

«Per iniziare la mia vita proprio dal principio, ricorderò che nacqui un venerdí, a mezzanotte. Si notò che il pendolo prese a battere e io a strillare, simultaneamente».

A Blunderstone, nel Suffolk, David Copperfield viene alla luce, tra presagi che non promettono nulla di buono. Orfano di padre, cresce nell’affetto della giovane madre Clara, creatura ingenua ed emotivamente fragile, che si lascia conquistare da Edward Murdstone, uomo affascinante e caparbio. Clara non sa ancora che quel matrimonio significherà l’inizio della fine.

Scopri di più

Passaparola

Virginia WoolfLa signora Dalloway

Anna Nadotti, traduttrice

«Come dobbiamo leggere un libro?»

Questo si chiede Virginia Woolf in un saggio del 1925. E alla propria domanda, che dà titolo al saggio, risponde: «Non date ordini al vostro scrittore: cercate di diventare lui stesso. Siate il suo compagno di lavoro e il suo complice». Proviamo dunque a seguire il suo consiglio leggendo La signora Dalloway, il romanzo che Woolf scrisse in quello stesso 1925, e che esordisce con uno degli incipit piú celebri della letteratura moderna: «La signora Dalloway disse che i fiori li avrebbe comprati lei».

Scopri di più